LES FILLES DE ILLIGHADAD

sabato 13 aprile ore 22:00
Les Filles de Illighadad ( Niger ) Live + Angeli del Funk Dj Set
https://www.youtube.com/watch?v=5GpcsSTgPDk
https://www.youtube.com/watch?v=HIAOG9nhrt8
https://www.youtube.com/watch?v=5XeU6zFpVNY
ingresso 15e con tessera arci

«Seminal in altering the musical landscape with their personal, powerful femininity, forging a new path for a whole musical genre» STRANGE SOUNDS FROM BEYOND
«Fra ritmi avvolgenti e canti tribali veniamo trascinati dentro l’intensa vitalità di una comunità di un villaggio nigerino» DISTORNIONI.NET

Recentemente hanno anche accompagnato in tour dal vivo Motta che ne parla così:
“Ho scoperto le Les Filles des Illighadad quasi per caso, vedendole in concerto a Berlino e me ne sono subito innamorato follemente. Desideravo fortemente provare a fare qualcosa con loro e sono felice di poter realizzare questo desiderio”.

Les Filles de Illighadad presentano il loro primo album in studio “Eghass Malan”. Un gruppo di ragazze provenienti dal villaggio omonimo del Niger, fautrici di un nuovo genere di chitarra Tuareg che si mescola al folk tradizionale rurale. Contro la tradizione, Fatou Seidi Ghali e la sua band hanno creato versioni in studio contemporanee che non sono mai state registrate prima, trasportando canzoni nomadi rurali nel XXI secolo. Les Filles provengono tutte da Illighadad, una comunità isolata nel centro del Niger, villaggio accessibile solo attraverso un viaggio estenuante, quasi totalmente privo di infrastrutture, senza elettricità né acqua corrente. Ma ciò che manca alla zona nomade nella ricchezza materiale è compensato da un’identità e una tradizione profonde e fortissime.
La campagna circostante sostiene centinaia di famiglie pastorali, che vivono con e tra le loro mandrie, come le loro famiglie hanno fatto per secoli. Il suono che definisce il Niger rurale è una musica conosciuta come tende. Prende il nome da un tamburo, costruito da una pelle di capra tesa su un mortaio e un pestello. La musica tende è una testimonianza della ricchezza nella semplicità: composizioni costruite da pochi elementi: voci, battiti di mani e percussioni. Collettiva e comunitaria, è una forma musicale dominata dalle donne, suonata durante le celebrazioni e nelle ultime notti della stagione delle piogge. Se tende è una musica che è sempre stata cantata dalla donna, la chitarra Tuareg era la sua controparte di genere, e la musica per chitarra Tuareg è una scena dominata dagli uomini. Fatou Seidi Ghali, cantante e performer de Les Filles, è una delle poche chitarriste Tuareg in Niger. Il suo ruolo è rivoluzionario, ed altrettanto interessante è la sua direzione musicale. In un luogo in cui le norme di genere hanno creato due divergenti musiche, Fatou e Les Filles stanno riaffermando il ruolo della musica tende nella chitarra Tuareg. Al posto del djembe o del drum kit, così popolare nelle contemporanee rock band Tuareg, Les Filles de Illighadad incorporano il tamburo tradizionale e la calabash martellante, poggiata sull’acqua. Registrato nel loro tour di debutto in Europa dopo solo una manciata di concerti, “Eghass Malan” mantiene un sentimento che è spontaneo e ispirato. Riff di chitarra ipnotici, ritmo trainante e voci polifoniche si uniscono per creare un suono organico, antico e senza tempo. Con canzoni d’amore che celebrano il villaggio e lodano il deserto e la sua gente, Les Filles de Illighadad danno nuova vita al genere e “Eghass Malan” promette di scuotere la chitarra Tuareg sia in patria che all’estero.

LINE UP:
Fatou Seidi Ghali – voice & guitar
Alamnou Akrouni – voice & percussions
Fitimata Ahmadelher – voice & percussions
Madassane Ahmoudou – lead guitar