LUBOMYR MELNYK

Sabato 16 marzo ore 22.00
LUBOMYR MELNYK

– One of the Greatest Pianist of Our Time –
https://youtu.be/SWc1MZoQvqQ?si=iRDoB8ZiN_4y1ARh
https://youtu.be/XEjEeSvOzag?si=eDVXcz1HzpcSsHX7
https://youtu.be/o-hQz-JCDHY?si=OCajF5rWmTFlBtSX
https://youtu.be/1z5gu2hhpAk?si=oDkJsS1Z0ZOenavZ
https://youtu.be/5qT1IxvaEQ0?si=BfcGxl96lDVMwMCT
Apertura porte ore 21:00 – Inizio concerto ore 22:00
ingresso 20e (13e under 25) con tessera arci
Domanda iscrizione: https://portale.arci.it/preadesione/raindogs/ Biglietti online

Autentico innovatore nel panorama modern classical contemporaneo, in oltre quarant’anni di carriera il pianista ucraino ha sviluppato un linguaggio pianistico unico e personale, la continuous piano music: onde di note velocissime che danno vita ad un flusso perpetuo e magico, ai confini tra percezione melodica e viaggio immaginativo, un incanto sonoro la cui natura ultima rimane misteriosa. Basandosi sul principio di una corrente di suono costante e continua, senza interruzioni, crea pattern di note rapidi, complessi e virtuosi, che gli sono valsi anche il titolo di uno dei pianisti più veloci al mondo.

“È stata l’esperienza più trascendente della mia vita…”
“… semplicemente stupendo…” !
“Le sue dita non toccano nemmeno i tasti… come fa?“
“Non è umano!”

Lubomyr Melnik è il pioniere della musica per pianoforte continua, che rappresenta una grande pietra miliare nella storia del pianoforte, dove al pianoforte è stata data una nuova voce per creare paesaggi sonori ed emotivi dell’anima che portano l’ascoltatore in un altro mondo!
Alcuni lo considerano il più grande pianista vivente oggi. Perché? Perché usa la sua straordinaria velocità e virtuosismo per creare effetti al pianoforte che nessuno è mai stato in grado di fare prima, suoni apparentemente elettronici fuori dal comune suono del pianoforte.
La sua tecnica pianistica richiede elementi di arti marziali, Tai Chi e Kung Fu. … e nel corso degli anni, la sua “devozione alla perfezione” ha portato il pianoforte in dimensioni completamente nuove, è giustamente chiamato “Il profeta del pianoforte”!

Tra il 1980 e il 1990, ha pubblicato sei album, due dei quali erano doppi LP, e il suo “The SONG OF GALADRIEL” è stato indicato come “uno dei 10 album più importanti del nostro tempo” dal New York STEREO REVIEW MAGAZINE. … Dal 2002 ha pubblicato circa 16 nuovi album/vinili digitali tra cui “Illirion” su SONY Classical, così come su Erased Tapes (quattro album!), Unseen Worlds e altro ancora.

Sarà un concerto indimenticabile!